Collection

Diego Rivera. _Agrarian Leader Zapata._ 1931. Fresco, 7' 9 3/4" x 6' 2" (238.1 x 188 cm). The Museum of Modern Art. Abby Aldrich Rockefeller Fund

Diego Rivera. Agrarian Leader Zapata. 1931

Fresco on reinforced cement in galvanized-steel framework, 7' 9 3/4" x 6' 2" (238.1 x 188 cm). Abby Aldrich Rockefeller Fund. © 2018 Banco de México Diego Rivera Frida Kahlo Museums Trust, Mexico, D.F. / Artists Rights Society (ARS), New York

LEAH DICKERMAN: Questo pannello rende omaggio a uno dei più grandi eroi della recente Rivoluzione messicana, Emiliano Zapata.

NARRATOR: La curatrice Leah Dickerman.

LEAH DICKERMAN: Zapata era un leader rivoluzionario che guidò i contadini che combattevano per la riforma agraria tra le lotte frazioniste della Rivoluzione messicana.

La Rivoluzione messicana prese il via nel 1910 come tentativo di rovesciare il presidente-dittatore, Porfirio Diaz. Ben presto, però, si trasformò in una lotta complessa e multi-fazione che sarebbe durata per più di dieci anni, causando la morte di più di 1 milione di cittadini messicani.

L’occhio dello spettatore è attirato immediatamente dal nobile cavallo bianco in primo piano. Tanto che non si nota subito il cadavere che giace ai piedi di Zapata, intento a calpestare la spada di un nemico caduto.

È un particolare che ci aiuta a ricordare tutta la violenza trasmessa dalle immagini di Rivera. Le sue opere ruotano intorno alla lotta viscerale per il controllo e per il possesso, e all’esercizio del potere su altri individui come una sorta di allegoria dei più generali rapporti di potere nella società.

Anche se Rivera ha affermato più volte di aver partecipato alla Rivoluzione, in realtà non è così. Trascorse quasi tutto il periodo della Rivoluzione in Europa, lavorando soprattutto a Montparnasse, la comunità degli artisti di Parigi.

0:00
85 / 147